Gardenia

Gardenia

Uno spazio poetico e riposante pensato per le zone a clima fresco, e declinato in delicate tinte color pastello.

Una fresca poesia a tinte pastello:
l’altro giardino italiano presente al festival “Chaumont Sur Loire 2014” è le purgatoire des tentation, è firmato Giuliana Marsiaj (fondatrice a Torino dello studio Ankhé, che si occupa di progettazione del verde) e Raffaele Cogno. Uno spazio poetico e riposante pensato per le zone a clima fresco, e declinato in delicate tinte color pastello (verde, azzurro e un tocco di rosa). Nuvole di fioriture leggere lungo i bordi di un sentiero che si snoda in curve morbide, e coperto di ghiaia grigia in modo da creare un’ armonia perfetta con gli altri colori del giardino. Con distese di non-ti-scordar-di-me (Mysotis alpestris) che alla fine della primavera offrono deliziosi ciuffi di fiori azzurro intenso, macchie di aquilege con petali blu e bianchi (Aquilegia caerulea “Blue Star”), sovrastate dalle spighe di svettanti Delphinium giganti: viola scuro quelle di Delphinium Giant “Black Knight”, in una tonalità più chiara quelle di “Blue Spring. E poi il decorativo ma poco conosciuto Sisyricum Bellum, con ciuffi di foglie a spada che fanno da corona alle corolle piatte blu-violacee.